Energia - Ambiente – Verde Pubblico

 
  • Pordenone la città più green e smart d'Italia (modello Oslo);
  • Accordi con edilizia cittadina affinché i materiali edili siano di natura ecosostenibile, per ridurre l'impatto ambientale;
  • Utilizzo della Bioedilizia;
  • Gassificatori per lo smaltimento green dei rifiuti e per il riciclaggio in energia pulita;
  • Quartieri e case basate sull'IoT, dove i sistemi elettronici controllano la qualità dell'aria, dell'acqua e delle temperature degli edifici, anche per ottimizzare i consumi e ridurre l'inquinamento;
  • Realizzazione di orti urbani e spazi verdi, comprese le coperture verdi per i tetti, in grado di assorbire il CO2 prodotta ed isolare termicamente l'edificio, sia in estate che in inverno;
  • Gestione delle code tramite app per fornire servizi efficienti ai cittadini per fare la spesa o pagare le bollette e offrire lo smart working per ridurre l'inquinamento e il traffico in città;
  • Spazi di co-working in città;
  • Comunità energetica ed energy sharing: Immaginare una città i cui cittadini si consorziano per produrre sui tetti dei capannoni delle aree industriali, energia elettrica dal sole e che il surplus venga immagazzinato in batterie oppure venduto.
  • La città diventa più green, i cittadini risparmiano sulle bollette e addirittura guadagnano sulle vendite del surplus, l’autonomia energetica rende più ricca la città.
  • Pubblica amministrazione che utilizza prevalentemente solo documenti digitali, per fermare il disboscamento e ridurre i rifiuti cartacei;
  • Utilizzare ogni tipo di tecnologia applicata al risparmio energetico, come i sistemi fotovoltaici, i microeolici e il solare termico;
  • Premiare i cittadini virtuosi che svolgono correttamente la raccolta differenziata e multare chi non la fa;
  • Utilizzo di cassonetti smart che avvisano la centrale territoriale quando sono pieni, per ottimizzare anche la mobilità del servizio di raccolta;
  • Incentivi per chi sceglie la mobilità sostenibile;
  • Messa a disposizione per i cittadini di mezzi pubblici ecologici, biciclette, monopattini e taxi elettrici;
  • Regolamentare il consumo del suolo, riqualificando strutture già esistenti e mettendo a disposizione dei costruttori tutte le ultime tecnologie nell'ambito edile;
  • Verde e orti didattici nelle scuole;
  • Pulizia dell'alveo del fiume cittadino e della rete idraulica minore;
  • Realizzare interventi sulle sponde dei corsi d'acqua;
  • Rimozione e smaltimento di tutto l'amianto esistente in città;
  • Sezione online dedicata al verde pubblico di Pordenone;
  • Corsi di educazione ambientale per scuole e cittadinanza;
  • Creazione di altri spazi verdi;
  • Progettazione e realizzazione di collegamenti ciclopedonali (ciclopedonale fino al mare);
  • Salvaguardia di tutto il patrimonio verde già esistente (controlli e manutenzioni periodiche anche dei giochi e delle attrezzature);
  • Organizzare manifestazioni che mettano in risalto e facciano conoscere il nostro patrimonio verde;
  • Installazione più compattatori in città;
  • Preservare e tutelare verde pubblico.
   

MOBILITÀ

Come far fare business ai commercianti rispettando il territorio? Fare circolare + persone - auto Riflettiamo: 10 persone che si spostano per andare in centro cosa fanno?
  1. utilizzano 10 macchine
  2. occupano le corsie delle strade contribuendo a generare traffico
  3. consumano carburante
  4. Spendono soldi per benzina e parcheggio
  5. Inquinano l’aria
  6. Perdono tempo per cercare parcheggio
  7. Occupano parcheggio e quindi consumano territorio
  Con un trasporto pubblico moderno, efficiente, elettrico, di piccole dimensioni e con un’elevata frequenza si hanno questi benefici:
   

DIRETTI

  1. Fa risparmiare tempo e denaro ai cittadini
  2. Lascia l’aria pulita
  3. Non consuma suolo perché non parcheggia ma si ferma solo un attimo
  4. Nel frattempo il cittadino può fare altro
  5. Evita al cittadino rischi di incidenti
       

INDIRETTI

  1. Meno inquinamento=> meno malattie respiratorie
  2. Più posti letto iberi nell’ ospedale
  3. Meno costi pubblici sanitari per analisi e terapie
  4. Meno incidenti stradali e quindi minori costi personali e sociali