Infrastrutture e Riqualificazione Aree Depresse

 
  • Riqualificazione ad uso commerciale di una parte del Centro Direzionale Galvani (Bronx), anche per mantenere la cittadinanza nel centro cittadino e per dare maggiore impulso alle attività commerciali storiche esistenti. Riqualificare anche la viabilità che collega il Bronx con le vie di accesso.
  • Caserma "Mittica": riqualificazione degli edifici esistenti ad uso residenziale con una forte presenza di spazi verdi, con il ricorso ad esperienze di co-hausing e con una parte destinata all'associazionismo.
  • Ampliamento del parcheggio (ad uso gratuito) di fronte all'ospedale, con l'installazione di un collegamento aereo (sopraelevato) che si collega al tunnel sopraelevato già esistente sopra al Pronto Soccorso. In fase progettuale sarà posta particolare attenzione alla fruizione ottimizzata per le persone anziane, malate o diversamente abili. Il nuovo parcheggio, oltre a supportare quello già esistente, insufficiente a sostenere il numero di veicoli che vi parcheggiano, servirà anche a decongestionare  il traffico e le soste dei veicoli in vial Rotto e nelle vie limitrofe.
  • Realizzazione parcheggi in punti strategici della città, come in via Canaletto o in via Prasecco per l'università.
  • Ultimare la riqualificazione di via Capuccini.
  • Riqualificazione del parco IV Novembre, con l'individuazione di percorsi verdi per il collegamento con il Centro Direzionale Galvani (Bronx) e con il parco Querini.
  • Predisposizione di un collegamento dal parco Querini al Centro Direzionale Galvani (Bronx).
  • Riqualificazione e sviluppo di impianti sportivi nell'area "Bottecchia" in via S. Vito.
  • In tutti i quartieri della città puntare alla realizzazione di punti di aggregazione, attraverso la riqualificazione di spazi pubblici che possano essere utilizzati da tutte le fasce d'età e dotare ogni quartiere dei servizi primari essenziali.
  • Riqualificazione del castello di Pordenone per realizzare uno studentato, spazi per gli studenti e per tutta la cittadinanza ad uso conferenze, riunioni, allestimento di mostre ecc., nel rispetto della valenza storica e architettonica dell'edificio stesso, che è un simbolo per la città di Pordenone.
  • Ex cotonifici: favorire e concordare l'intervento privato, vincolando ad alcuni spazi pubblici.
  • Realizzazione di bocciodromi e favorire la gestione di queste strutture attraverso il volontariato e l'associazionismo.
  • Realizzazione di aule scolastiche pilota all'aperto, ecosostenibili, con la possibilità di un uso estivo ed invernale.
  • Realizzazione di  un bacino di laminazione per evitare esondazioni e allagamenti in caso di eventi alluvionali.
  • Riqualificazione del corso del fiume Noncello, nel rispetto della ecosostenibilità ambientale, per consentire la navigabilità ad uso turistico, didattico sportivo e ricreativo.
  • Progettazione e realizzazione di collegamenti ciclopedonali cittadini e lungo lo snodo fluviale (ciclopedonale da Pordenone fino al mare).
  • Sviluppo della mobilità sostenibile e collegamento con i quartieri attraverso dei percorsi ciclopedonali.
  • Realizzazione di un nuovo stadio, dopo avere individuato un'area idonea e di facile accesso che garantisca sicurezza e ordine pubblico, realizzato con un progetto condiviso tra pubblico e privato, ove il privato finanzia l'impianto sportivo e il Comune si fa carico della realizzazione dell'area esterna (strade, illuminazione, parcheggi, ecc.)