Istruzione - Scuola e Università

 
  • Coordinamento costante tra Comune e Scuola (comprese scuole paritarie);
  • Miglioramento e adeguamento degli edifici scolastici esistenti (adeguamento sismico-tinteggiatura);
  • Realizzazione di nuovi edifici scolastici (in particolare contributi per scuole superiori-no prefabbricati);
  • Monitoraggio costante delle necessità manutentive degli edifici scolastici;
  • Miglioramento delle aree di pertinenza esterne alle scuole;
  • Rete internet in tutte le scuole ( no internet a consumo);
  • Individuazione una sede per la scuola degli adulti (CPIA);
  • Realizzazione di un nuovo asilo nido comunale;
  • Collaborazione con aziende per creare asili nido aziendali;
  • Incentivare la creazione di corsi serali di secondo livello per gli adulti (esiste solo un corso al Pertini- servirebbero corsi professionali);
  • Servizio di trasporto (scuolabus) per coprire tutte le zone della città;
  • Individuazione di nuove percorribilità in sicurezza dei percorsi pedibus;
  • Incentivare la psicomotricità nella scuola materna;
  • Promozione e sostegno ai progetti organizzati dalle scuole (soprattutto quelli sulla sicurezza, bullismo, cyber bullismo, ecc.);
  • Programmazione del Doposcuola, con persone competenti e specializzate (aiuto nei compiti, attività ludiche, attività sportive;
  • Consiglio comunale dei ragazzi (per insegnare il senso delle istituzioni);
  • Creare un Piano dell'Offerta Formativa delle scuole di Pordenone, che possa attirare studenti anche da altri Comuni, Province, Regioni;
  • Aiuti e sostegno a famiglie bisognose per pagamento rette scolastiche e mensa;
  • Pagamento rette per chi non riesce ad entrare nella scuola pubblica e deve iscriversi nelle paritarie e nella scuola materna;
  • Dedicare spazi a chi ha scelto l’educazione parentale;
  • Costante attenzione sul servizio mensa delle scuole, preferendo Ditte che utilizzino prodotti biologici e a km 0 e che propongano menù diversificati, in base all'età degli studenti e che tengano conto delle allergie ecc. (comunque bambini mai senza il pasto!);
  • Borse di studio comunali per studenti meritevoli (scuole di Primo e Secondo livello);
  • Incentivare la creazione di nuovi Corsi di Laurea (Infermieristica);
  • Università sempre più autonoma, rispetto a Udine e Trieste;
  • Individuare un locale per fare uno studentato.